Cerca nel blog

sabato 29 marzo 2014

Sul perché Facebook ha acquistato Oculus VR - di Gianni Vittorio

Dopo WhatsApp  Zuckerberg acquisisce Oculus, per una cifra vicina ai 2 miliardi di dollari.
Oculus, per chi non lo sapesse, è la società che ha portato sul mercato Oculus Rift, un prototipo di visore da mettere davanti agli occhi e che permette di essere catapultati in una realtà virtuale e immersiva nella quale tutto ruota intorno allo sguardo dell’utente.
Cosa voglia fare il creatore di Facebook con queste manovre non è ancora chiaro, ma di sicuro, vuole catapultare i milioni di utenti che usano fb in un mondo semprè più virtuale.
Con questo mezzo ultra tecnologico, che viene usato nel settore dei videogames, si potrebbe arrivare a collegare l'esperienza visiva individuale con l'esperienza social, provando sensazioni estreme impensabili fino a qualche anno fa.
E’ questo l’obiettivo dichiarato di Zuckerberg: connettere il mondo nel modo più pratico e rapido possibile.  “Vogliamo estendere i vantaggi nell’utilizzo degli Oculus in nuovi campi come l’educazione, la comunicazione e lo svago generale. [...] Immaginate di usare gli Oculus Rift per vedere le partite di calcio, studiare in classe o consultare un medico faccia a faccia. Questi sono solo alcuni degli utilizzi possibili”. 
Quindi dal Gaming si passerebbe alla realtà virtuale in ogni settore o momento della nostra vita.
Uno scenario abbastanza inquietante in cui si potrebbe immaginare un unico scopo ben preciso: Facebook non vuole essere solo una parte di internet, vuole essere internet.
Forse è questo il futuro che ci aspetta e che Zuckerberg vuole disegnare?

Nessun commento:

Posta un commento