Come autopubblicarsi un libro senza farsi fregare

Mi occupo di editoria da vent’anni. Ho collaborato con molte case editrici, ho creato il progettoMacrolibrarsi, e conosco quindi abbastanza bene il settore. Chi vuole pubblicare il proprio libro – oggi in Italia – quasi mai viene pagato. Spesso le piccole case editrici chiedono all’autore di acquistare qualche centinaio di copie con cui, in realtà, coprono le spese di stampa. Quindi non corrono mai rischi. L’autore spesso paga dai 700 a 2000 euro per acquistare 500 o 1000 copie. Ma c’è sempre il trucco. Vi faccio alcuni esempi: un agente di commercio si è rivolto a me per l’editing del suo libro, cioè la correzione dei testi e l’impaginazione, ha poi consegnato l’opera a un editore molto conosciuto a Napoli, che gli ha chiesto 800 euro per acquistare 160 copie stampate su carta. (cit.http://sitevaluecheck.com/results.php)

Commenti

Post popolari in questo blog

Un nuovo caper movie per Soderbergh:La truffa dei Logan

Incontro con l’autore: Yami Yume

Pubblicato il nuovo concorso letterario dall'associazione reggina Fahrenheit 451