Lo smart working: il lavoro agile ai tempi di facebook

Negli ultimi anni si sta diffondendo il fenomeno dello smart working , un nuovo modo di lavorare, pur essendo fuori dal proprio ufficio o postazione di lavoro. E grazie all'aiuto delle app e degli smartphone quello che sembrava impossibile fino a qualche tempo fa è diventata realtà.
Nonostante non sia regolarizzato da una legge ad hoc, anche se la legge di Stabilità lo prevede, i progetti dedicati al cosiddetto lavoro agile si stanno moltiplicando nelle grandi come nelle piccole aziende. Nel 2015, infatti, secondo i dati dell’Osservatorio della School of Management del Politecnico di Milano, il 17% delle imprese nostrane ha avviato programmi del genere, introducendo nuovi strumenti digitali, policy organizzative e nuovi comportamenti manageriali per lasciare più autonomia ai propri dipendenti. Nel 2014 rappresentavano solo l’8% del totale.
L’ultima applicazione lanciata sul mercato dedicata al lavoro agile si chiama proprio Smartworking, disponibile sia su iOS che su Google Play. Permette ai freelance e a tutti i dipendenti interessati di trovare gli spazi più adatti alle proprie esigenze formative. Che si tratti di un’area di coworking o di un meeting formativo, il tutto è a portata di click. Basta inserire le proprie credenziali, previa registrazione, ed effettuare il check-in prima di cominciare la propria attività.

Lo smart working sta diventando una realtà

Commenti

Post popolari in questo blog

Putin candidato nobel per la pace

Pubblicato ''Friends'', il nuovo album dei White Lies

Pubblicato il nuovo concorso letterario dall'associazione reggina Fahrenheit 451