Il ''Grande Fratello'' di Orwell secondo David Becchetti

Interessante esordio letterario del giornalista di Rai 3 David Becchetti,ispirato apertamente ad Orwell, con il suo libro ''2041''.
E' una storia futuribile, ambientata nel 2041, con rimandi continui a 1984, capolavoro cult di fantascienza, che ancora oggi fa scuola di genere.
La trama in breve: l'Unione Europea e la Banca Centrale hanno commissariato l'Italia, e da questa situazione è nato il Partito Nazional Democratico, creando una società omologata, così come nel libro di Orwell.
Il protagonista della storia (Roma sullo sfondo) è un funzionario dell'Ente di Programmazione Nazionale, rampante e senza scrupoli, con un incarico preciso: quello di riorganizzare il  sistema demografico. Il risultato è un mondo totalitario, dove il libero arbitrio è soffocato. Ma forse una via d'uscita c'è. L'incontro con una donna determina una scelta, che forse sarà decisiva per le sorti del Paese.
Fantapolitica d'autore.Consigliata la lettura agli amanti del genere,stile Philip Dick.
Gianni Vittorio

Commenti

Post popolari in questo blog

Un nuovo caper movie per Soderbergh:La truffa dei Logan

Incontro con l’autore: Yami Yume

Pubblicato il nuovo concorso letterario dall'associazione reggina Fahrenheit 451